Barbara Mazzolai

associate director IIT-Istituto Italiano di Tecnologia

Barbara Mazzolai biologa con un dottorato di ricerca in Ingegneria dei Microsistemi e un master internazionale in Eco-Management alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, è Associate Director per la Robotica e dirige il Laboratorio di Robotica Soft Bioispirata all’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. È membro del “Scientific Advisory Board” del Max Planck Institute for Intelligent Systems (Tubinga e Stoccarda, Germania), dal 2016, e membro dell’Advisory Committee of the Cluster on Living Adaptive and Energy-autonomous Materials Systems – livMatS (Friburgo, Germania), dal 2019. Nel 2017, è stata Visiting Faculty all’Imperial College London (UK), presso l’Aerial Robotics Lab. La sua ricerca parte dallo studio degli animali e delle piante con l’obiettivo di sviluppare robot che imitano le loro funzioni per il monitoraggio e l’esplorazione ambientale. Ha realizzato il primo robot ispirato alle radici delle piante (il Plantoide) e coordina diversi progetti europei sulle tematiche della robotica bioispirata (tra i quali, GrowBot e I-SEED). Da maggio 2021, è alla guida del progetto I-WOOD, finanziato dall’European Research Council (ERC), che mira allo sviluppo di robot intelligenti in grado di monitorare la salute del sottosuolo. Ha pubblicato libri di divulgazione scientifica, tra i quali La Natura Geniale e Il Futuro raccontato dalle piante (Ed. Longanesi), Perché i robot sono stupidi e altre domande sulla tecnologia, con Federico Taddia e L’incredibile Plantoide e i superpoteri del regno vegetale, con Chiara Valentina Segré (Editoriale Scienza).

Barbara Mazzolai biologa con un dottorato di ricerca in Ingegneria dei Microsistemi e un master internazionale in Eco-Management alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, è Associate Director per la Robotica e dirige il Laboratorio di Robotica Soft Bioispirata all’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. È membro del “Scientific Advisory Board” del Max Planck Institute for Intelligent Systems (Tubinga e Stoccarda, Germania), dal 2016, e membro dell’Advisory Committee of the Cluster on Living Adaptive and Energy-autonomous Materials Systems - livMatS (Friburgo, Germania), dal 2019. Nel 2017, è stata Visiting Faculty all’Imperial College London (UK), presso l’Aerial Robotics Lab. La sua ricerca parte dallo studio degli animali e delle piante con l’obiettivo di sviluppare robot che imitano le loro funzioni per il monitoraggio e l’esplorazione ambientale. Ha realizzato il primo robot ispirato alle radici delle piante (il Plantoide) e coordina diversi progetti europei sulle tematiche della robotica bioispirata (tra i quali, GrowBot e I-SEED). Da maggio 2021, è alla guida del progetto I-WOOD, finanziato dall’European Research Council (ERC), che mira allo sviluppo di robot intelligenti in grado di monitorare la salute del sottosuolo. Ha pubblicato libri di divulgazione scientifica, tra i quali La Natura Geniale e Il Futuro raccontato dalle piante (Ed. Longanesi), Perché i robot sono stupidi e altre domande sulla tecnologia, con Federico Taddia e L'incredibile Plantoide e i superpoteri del regno vegetale, con Chiara Valentina Segré (Editoriale Scienza).

Domenica 5 maggio / ore 10.30-11.15
Centro Culturale Altinate San Gaetano, Auditorium
Via Altinate, 71, Padova, PD, Italia
Dialogo tra
Giovanni Caprara, giornalista ed editorialista scientifico Corriere della Sera, direttore scientifico Galileo Festival della Scienza e Innovazione
Francesco Profumo, rettore OPIT-Open Institute of Technology
Con la partecipazione di
Paola Arosio, giornalista, collabora con la Repubblica
Gabriele Beccaria, giornalista Tuttoscienze de La Stampa
Massimo Cerofolini, giornalista Eta Beta su Rai RadioUno
Elena Esposito, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi Università di Bielefeld e Università di Bologna
Salvatore Majorana, direttore Kilometro Rosso
Barbara Mazzolai, associate director IIT-Istituto Italiano di Tecnologia
Caterina Petrillo, presidente Area Science Park
Paola Pica, responsabile Innovazione Corriere della Sera
Fabio Puglia, presidente Oversonic Robotics
Donatella Sciuto, rettore Politecnico di Milano
Roberto Siagri, fisico e amministratore delegato Rotonium
Intervengono i 5 finalisti
Conduce
Antonio Maconi, curatore Galileo Festival della Scienza e Innovazione
Maggiori informazioni