Massimo Cerofolini

giornalista Eta Beta su Rai RadioUno

Laureato in giurisprudenza, prima di dedicarsi al giornalismo e alla scrittura, milita nell’associazionismo ambientalista ed è tra i giovani animatori negli anni ’90 dei Centri di Azione Giuridica della allora Lega per l’Ambiente. Ha scritto i soggetti e le sceneggiature di miniserie televisive per la Rai come Papa Giovanni, Madre Teresa, Papa Luciani, Il sorriso di Dio. Con lo pseudonimo di Elia Contini ha firmato la sceneggiatura della miniserie televisiva per Canale 5 Il generale Dalla Chiesa.Come giornalista lavora a Rai Radio 1, dove ha preso parte al programma Il viaggiatore in cui, tra le altre cose, ha curato un ciclo sulla modernità dei dieci comandamenti della Bibbia. Attualmente cura e conduce il programma Eta Beta, dedicato ai nuovi mestieri, alle nuove tecnologie e ai nuovi linguaggi. È anche autore e inviato al programma televisivo Codice su Rai1, sulle nuove frontiere del digitale, in onda nell’estate del 2018. In passato ha lavorato a Paese Sera, L’Espresso, Italia Oggi e Tg3. Ha vinto il premio giornalistico Smau (1995), menzione speciale al premio Ilaria Alpi (1997 e 1998).

Laureato in giurisprudenza, prima di dedicarsi al giornalismo e alla scrittura, milita nell'associazionismo ambientalista ed è tra i giovani animatori negli anni '90 dei Centri di Azione Giuridica della allora Lega per l'Ambiente. Ha scritto i soggetti e le sceneggiature di miniserie televisive per la Rai come Papa Giovanni, Madre Teresa, Papa Luciani, Il sorriso di Dio. Con lo pseudonimo di Elia Contini ha firmato la sceneggiatura della miniserie televisiva per Canale 5 Il generale Dalla Chiesa.Come giornalista lavora a Rai Radio 1, dove ha preso parte al programma Il viaggiatore in cui, tra le altre cose, ha curato un ciclo sulla modernità dei dieci comandamenti della Bibbia. Attualmente cura e conduce il programma Eta Beta, dedicato ai nuovi mestieri, alle nuove tecnologie e ai nuovi linguaggi. È anche autore e inviato al programma televisivo Codice su Rai1, sulle nuove frontiere del digitale, in onda nell'estate del 2018. In passato ha lavorato a Paese Sera, L'Espresso, Italia Oggi e Tg3. Ha vinto il premio giornalistico Smau (1995), menzione speciale al premio Ilaria Alpi (1997 e 1998).

Domenica 5 maggio / ore 10.30-11.15
Centro Culturale Altinate San Gaetano, Auditorium
Via Altinate, 71, Padova, PD, Italia
Dialogo tra
Giovanni Caprara, giornalista ed editorialista scientifico Corriere della Sera, direttore scientifico Galileo Festival della Scienza e Innovazione
Francesco Profumo, rettore OPIT-Open Institute of Technology
Con la partecipazione di
Paola Arosio, giornalista, collabora con la Repubblica
Gabriele Beccaria, giornalista Tuttoscienze de La Stampa
Massimo Cerofolini, giornalista Eta Beta su Rai RadioUno
Elena Esposito, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi Università di Bielefeld e Università di Bologna
Salvatore Majorana, direttore Kilometro Rosso
Barbara Mazzolai, associate director IIT-Istituto Italiano di Tecnologia
Caterina Petrillo, presidente Area Science Park
Paola Pica, responsabile Innovazione Corriere della Sera
Fabio Puglia, presidente Oversonic Robotics
Donatella Sciuto, rettore Politecnico di Milano
Roberto Siagri, fisico e amministratore delegato Rotonium
Intervengono i 5 finalisti
Conduce
Antonio Maconi, curatore Galileo Festival della Scienza e Innovazione
Maggiori informazioni