Antonio Zoccoli

presidente INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare

Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) dal luglio 2019, è professore di fisica all’Università degli Studi di Bologna, già membro della giunta esecutiva dell’INFN. Dal 2022 è presidente della Fondazione ICSC che gestisce il Centro Nazionale di ricerca High Performance Computing, Big Data e Quantum Computing. Svolge attività di ricerca sperimentale nel campo della fisica fondamentale, nucleare e subnucleare ed è stato membro di diverse collaborazioni internazionali, al Rutherford Lab, nel Regno Unito, al CERN di Ginevra e al laboratorio DESY di Amburgo, in Germania. Dal 2005 è membro della collaborazione ATLAS al CERN, che insieme alla collaborazione CMS ha annunciato la prima osservazione del bosone di Higgs, nel luglio 2012.

President of the National Institute for Nuclear Physics (INFN) since July 2019, he is a professor of physics at the University of Bologna. In 2022, he was appointed President of the ICSC Foundation which manages the Italian National Research Center for High Performance Computing, Big Data and Quantum computing. Zoccoli carries out experimental research in the field of fundamental, nuclear and subnuclear physics and has been a member of several international collaborations, at the Rutherford Lab, in the United Kingdom, at CERN in Geneva and at the DESY laboratory in Hamburg, Germany. Since 2005 he is a member of the ATLAS collaboration at CERN, which together with the CMS collaboration announced the first observation of the Higgs boson in July 2012.

Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) dal luglio 2019, è professore di fisica all'Università degli Studi di Bologna, già membro della giunta esecutiva dell’INFN. Dal 2022 è presidente della Fondazione ICSC che gestisce il Centro Nazionale di ricerca High Performance Computing, Big Data e Quantum Computing. Svolge attività di ricerca sperimentale nel campo della fisica fondamentale, nucleare e subnucleare ed è stato membro di diverse collaborazioni internazionali, al Rutherford Lab, nel Regno Unito, al CERN di Ginevra e al laboratorio DESY di Amburgo, in Germania. Dal 2005 è membro della collaborazione ATLAS al CERN, che insieme alla collaborazione CMS ha annunciato la prima osservazione del bosone di Higgs, nel luglio 2012.

President of the National Institute for Nuclear Physics (INFN) since July 2019, he is a professor of physics at the University of Bologna. In 2022, he was appointed President of the ICSC Foundation which manages the Italian National Research Center for High Performance Computing, Big Data and Quantum computing. Zoccoli carries out experimental research in the field of fundamental, nuclear and subnuclear physics and has been a member of several international collaborations, at the Rutherford Lab, in the United Kingdom, at CERN in Geneva and at the DESY laboratory in Hamburg, Germany. Since 2005 he is a member of the ATLAS collaboration at CERN, which together with the CMS collaboration announced the first observation of the Higgs boson in July 2012.

Venerdì 3 maggio / ore 21-22.15
Palazzo Moroni, Sala Paladin
Via VIII Febbraio, 8, Padova, PD, Italia
Intervengono
Roberto Ragazzoni, presidente INAF Istituto Nazionale di Astrofisica
Marco Tavani, presidente INAF Istituto Nazionale di Astrofisica
Antonio Zoccoli, presidente INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
Conduce
Giovanni Caprara, giornalista ed editorialista scientifico Corriere della Sera, direttore scientifico Galileo Festival della Scienza e Innovazione
Maggiori informazioni