martedì 7 Maggio 2019 / ore 16:30 - 17:45
— Palazzo Moroni, Sala Paladin
Via VIII Febbraio 8, Padova
La protezione di suolo e territorio
Si TRIV? No TRIV? La valutazione dei possibili effetti geomeccanici delle trivellazioni per la produzione di idrocarburi in Italia
Intervengono
Massimiliano Ferronato, docente di analisi numerica Università di Padova
Pietro Teatini, docente di Costruzioni idrauliche Università di Padova
Gli attraversamenti fluviali e la compatibilità idraulica dei ponti
Interviene
Paolo Salandin, docente di Costruzioni idrauliche Università di Padova
Modera
Carlo Pellegrino, direttore Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale Università di Padova
Gli idrocarburi rappresentano a tutt'oggi la maggiore fonte di energia. Negli ultimi anni si è sviluppata in Italia una forte opposizione alla loro ricerca e produzione da parte di alcuni partiti politici, gruppi ambientalisti e semplici cittadini. Tra le possibili conseguenze che vengono elencate per opporsi a ogni possibile nuovo sviluppo ci sono gli effetti sul territorio quali la perdita di quota rispetto al medio mare, la riattivazione di faglie con conseguente contaminazione degli acquiferi profondi, e la generazione di eventi sismici. Il seminario farà luce su come sia oggi possibile valutare in modo scientifico i possibili effetti "geomeccanici" (subsidenza, spostamenti differenziali, riattivazione di faglie, sismicità indotta) connessi alla produzione di idrocarburi. L’interazione fra manufatti di attraversamento e corsi d’acqua rappresenta una delle maggiori criticità nel mantenimento e nello sviluppo della rete infrastrutturale del paese. Il “ponte ideale” non interessa con pile e spalle la corrente, né interagisce con la navigazione o più in generale con il movimento di corpi galleggianti. La realtà è nella maggior parte dei casi affatto diversa, e questo è sempre potenzialmente origine sia di gravi fenomeni alluvionali, sia di problemi strutturali ormai riconosciuti come causa predominante del dissesto dei manufatti di attraversamento.
A cura di Università di Padova, Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale