Daniele
Squassina
Chiamato da Renato Borsoni, nei primi anni '70, partecipa a Brescia 1920: l’ occupazione delle fabbriche, regia di Nuccio Ambrosino e a La terra non gira, o bestie! di Renzo Bresciani, nel ruolo di Paneroni, regia di Costanzo Gatta. Ha collaborato con Giacomo Andrico (Breugellande, In alto mare, Galileo, un processo, A proposito del tempo, Giubileo e Il passo dei frati calzi), Piero Domenicaccio (Luci di servizio; il Decameron; Verbigrazia, dialoghi impropri); Paola Carmignani (Processo alla città), con Mina Mezzadri (L’inverno di Diderot di Mina Mezzadri, dal Riccardo III di Shakespeare); Luca Rubagotti (Il cannocchiale silente). Partecipa a Sogno di una notte di mezza estate, regia di Andrea Battistini, prodotto dal Centro Teatrale Bresciano per la stagione 2010-2011 e circuitato in tournée nazionale da ottobre a dicembre 2011. Partecipa, nel ruolo del dottore, alla fiction Casa e bottega, trasmessa dalla Rai lo scorso dicembre. E’ tra i protagonisti di “Oh, che bella  guerra!”, di Costanzo Gatta nella stagione di prosa CTB 2015-2016.